utente: pierpaolofarina

profilo


Sono nato il 10 gennaio 1989 a Milano, da padre milanese e madre napoletana. Pariniano doc, nel 2008 ho preso la maturità classica con il massimo dei voti. La mia prima laurea l'ho presa in Scienze Politiche, con una tesi con Nando dalla Chiesa in Sociologia della Criminalità Organizzata (La Tassa Mafiosa - a proposito di Mafia e Corruzione). Fallito l'approdo alla London School of Economics (ammesso e anche immatricolato al MSc in International Relations, ritirato per mancanza di fondi), ho ripiegato sulla magistrale in "Scienze Sociali per la Ricerca e le Istituzioni", laureandomi esattamente 2 anni dopo dalla prima volta con una tesi sperimentale (Mafia & Capitalism: a love story - Potere Mafioso ed Economia Capitalista nel XXI Secolo), sempre con Nando dalla Chiesa, ma questa volta con correlatore Roberto Escobar.


Nel mezzo ho fondato www.enricoberlinguer.it, il 16 febbraio 2009, il primo e il più grande sito web su Enrico Berlinguer; dato il successo del sito, il 12 novembre 2010 ideavo e aprivo Qualcosa di Sinistra, con la rubrica "il Rompiballe"; non contento, di ritorno da Londra e avendo tre mesi liberi in attesa di essere ammesso alla Laurea Magistrale, ho ideato e creato WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, attualmente la prima e più grande enciclopedia sul fenomeno mafioso esistente. Il 7 giugno 2013 è uscito per Melampo "Casa per Casa, Strada per Strada", che raccoglie scritti, interventi e discorsi di Enrico Berlinguer, ed è tra i più venduti sull'argomento (e per gran parte del 2013 è stato tra i 10 libri più venduti di politica su Amazon).


Mi piace leggere, scrivere, giocare alla PlayStation (grande fan di Assassin's Creed), divertirmi con gli amici e andare al cinema. Sono un cultore di Star Wars sin dalla tenerà età. Da buon fantasy-addicted adoro Tolkien, ma ho anche apprezzato la Rowling. Tra i miei disegnatori preferiti ci sono Mauro Biani, Makkox e Don Alemanno (Jenus di Nazareth). Non ho tessere di partito. Adoro cani e gatti. Detesto chi distrugge l'ambiente. Sono a favore della ricerca scientifica. Mi piace Papa Francesco, non mi piace la Chiesa Cattolica: come Snoopy, considero l'abbraccio la migliore delle religioni.

Ha iniziato a interessarsi di politica a 15 anni con le prime assemblee studentesche al Liceo Classico G. Parini di Milano, dove si è diplomato con il massimo dei voti con una tesina sulla Questione Morale. Là scopre la figura di Enrico Berlinguer, che lo porterà a 18 anni a fondare il blog “Orgoglio Democratico – per la Questione Morale”, che in pochi mesi entra nella top100 dei blog di politica più letti d’Italia.


Il 16 febbraio 2009 apre www.enricoberlinguer.it, il primo sito web su Enrico Berlinguer, dando vita al più grande archivio online sulla figura dell’ex-segretario del Partito Comunista Italiano. Oggi il sito ha una web-community di oltre 300mila iscritti in tutto il mondo.


Il 12 novembre 2010, a 21 anni dalla Svolta della Bolognina, fonda il blog “Qualcosa di Sinistra”, originariamente ospitato su enricoberlinguer.it e dal 12/12/2012 spostatosi su www.qualcosadisinistra.it, attualmente tra i blog di politica più letti d’Italia. Insieme agli altri ragazzi della community di eb.it e QdS dà vita il 25 maggio 2012, in occasione del 90° anniversario della nascita di Enrico Berlinguer, l’associazione “I Ragazzi di enricoberlinguer.it”, di cui è eletto Presidente.


Il 25 maggio 2012, grazie ad una petizione lanciata su enricoberlinguer.it, di cui ha scritto anche Nando dalla Chiesa sul Fatto Quotidianoriesce a far intitolare una piazza ad Enrico Berlinguer a Milano.


Il 15 ottobre 2012 dà vita assieme a Nando Dalla Chiesa e altri studiosi ed esperti antimafia a “WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie” (www.wikimafia.it), mettendo a frutto l’esperienza cumulata con il sito web su Berlinguer.


Appassionato di fantascienza e di fantasy, scrive e legge molto, oltre ad avere un’autentica passione per la fotografia. Adora gli animali, soprattutto i cani. Qualche volta ha anche una “compagna” di viaggio.


Lo trovi anche su twitter, linkedin, google+ e facebook.








il mio geotag