utente: riganera

profilo


Enrica Paresce
Nata, ma non per sua volontà e ci tiene a sottolinearlo, il 3 novembre 1958
Portatrice insana e distratta dei ricordi di una famiglia scomparsa che la fanno inciampare spesso nel vivere quotidiano e nelle innumerevoli buche del selciato romano, continua a prendere l'autobus, o se non ha vesciche ai piedi e non ha fatto orrendamente tardi, a camminare per qualche chilometro sino all'impiego che consente alla sua carcassa (e altri aggregati koala) di sopravvivere.
Scrive Scrive e scrive... Legge legge e legge....
ascolta musica (sempre la stessa per giorni) per ipnotizzarsi e sognare di essere qualche altra cosa
ma qualche volta la cambia e allora sono guai
cucina e dipinge...
ricama e compra roba peggio che madame Bovary
si infelicita la vita come la signorina Felicita
pignola senza essere precisa
comprensiva senza pietà
solitaria se in compagnia
stanca sempre proprio quando ha deciso irrevocabilmente di scalare l'Everest
priva di una valida linea temporale (e parlate con qualche psicorobo per sapere quanto ciò è importante per non prendere storte nel domani)
possiede altresì un ottimo circadian interno che la fa svegliare alle 5,45 anche domenica 15 agosto...
decisa a emigrare da se stessa non ha ancora trovato la porta per il fuori
però non demorde
nel frantunque ha organizzato per 7 anni festival di musica classica, scritto una cifra di romanzi, poesie, racconti eccc... ha pubblicato un paio di robe, ha dormito scoperta e si è fatta pizzicare da tutte le zanzare tigre del circondario.
ha anche studiato... tutto quel che non era previsto nel suo corso di studi universitari
quindi non avendo mai raggiunto il DOTT... si limita a fare la SEGR.... senza DOTT...
e ride vedendo le altre SEGR... dotate di DOTT....
tanto dove lavora i titoli validi sono altri...
al momento ammorbo qui per un po'
ma spero di sloggiare per arrecare danno oltre l'orizzonte quanto prima

buoni sonni








il mio geotag