utente: ritual

profilo


Io sono quello che faccio, che scrivo, quello che disegno, quello che fotografo.
Io sono quello che sono.

Curriculum sintetico:
Sono nato a Genova nel 1971. Sono celibe.
Ho fatto il militare nei Vigili del Fuoco.
Ho lavorato in Italia, Africa, e Danimarca.
Sono un ingegnere e “Lame di Luce a Termini” è il primo ed unico romanzo che ho scritto.
Per pagare l’affitto, faccio il ferroviere.

Qualche dato in più
Sono uno scrittore esordiente alla prima opera e, come molti esordienti, mi troverò a farcire questo curriculum con informazioni parzialmente pertinenti.
Per motivi professionali, mi sono mosso prima nel campo dell’estrazione petrolifera e poi nel campo della sicurezza.
Devo all’estrazione petrolifera la scoperta dell’Africa ed il collasso di molti dei miei valori preesistenti.
Devo alla scoperta dell’Africa il mio abbandono dell’estrazione petrolifera.
Ma qualcosa dovevo pur fare, e così sono passato alla sicurezza.
La “sicurezza”, una volta, era la prevenzione degli incidenti per permettere alle persone di fare tranquillamente ciò che desiderano. Ora è la creazione di ostacoli che non permettano ad alcune persone di fare tranquillamente ciò che desiderano ed, a tutti gli altri, di vivere tranquillamente la propria vita.
In ogni caso, la sicurezza, prima, mi ha fatto vivere per quattro anni in Danimarca e, poi, mi ha portato qui a Roma dove ho tirato le somme e scritto “Lame di Luce a Termini”.
Parlo l’inglese come l’italiano e spizzico lo spagnolo, il danese ed il portoghese.
Sulla base di un percorso disordinato di studi dilettantistici di storia, politica, etica, e di alcune dottrine esoteriche tra cui Alchimia e Cabala, non sono mai riuscito a trarre alcuna conclusione.
Mi sono rimasti, attaccati alle dita, solo pochi punti di partenza e qualche percezione di verità.
Scioccato dall’11 settembre, ho letto tutto ciò che trovavo su geo-politica, religione, storia del terrorismo, ed economia. Ho, quasi subito, perso la pazienza.
(Ora che ho più pazienza, non ho più soldi).
In un momento di grazia, mi sono sentito in grado di rispondere alle domande:
1) cosa è la libertà;
2) cosa vuol dire uguaglianza;
3) perché si può parlare di fraternità;
4) cosa è la giustizia;
5) ma che ci stiamo a fare?
Tanta scienza doveva essere messa su carta ma, dato che ero in grado di scrivere un saggio tanto quanto di leggerne uno per intero, ho scritto racconti che si sono intrecciati ed hanno acquisito, nel tempo, nuovi significati.
Conoscendo i Tarocchi, li ho usati per creare una struttura organica.
Così è nato “Lame di Luce a Termini”.
Dopo… ho smesso… ma il romanzo, a quel punto, già esisteva.
Al momento, mi limito a sperare che qualcuno voglia pubblicarlo prima che qualche esaltato faccia saltare in aria il mio posto di lavoro.
Nel frattempo, continuo ad esistere.


Spazio Anagrafico (da saltare a piè pari):
Studi:
Laurea in Ingegneria Civile ad indirizzo Geotecnica presso l'Università degli Studi di Genova il 12/11/1996.
Diploma del Corso di Sopravvivenza in Mare ottenuto presso il Centro di Addestramento Apt di Bornasco (PV) il 3/12/1998 e registrato presso la banca dati O.P.I.T.O. (Offshore Petroleum Industry Training Organization).

Attività lavoratorie:
dal 2004 sono impiegato presso l’Italferr di Roma.
Dal maggio 2000 all’ottobre 2003, ho fatto parte del Safety Manager Team (stic.) per la realizzazione e l’avviamento della metropolitana di Copenaghen (Danimarca).
Dei sei mesi precedenti ho lavorato al largo delle coste del Congo ed in Adriatico dove ho partecipato a campagne geotecniche offshore.
Dal giugno al novembre 1999, ho lavorato alla dismissione di aree dello stabilimento Enichem di Porto Marghera (Ve).
Dall'aprile al giugno 1999 sono stato prestato da D’Appolonia al consorzio CETMA, Centro di progettazione, design & tecnologie dei materiali.
Precedentemente mi sono occupato della direzione lavori per la metropolitana di Genova, di progettazione geotecnica, di sismica e di calcolo strutturale avanzato…etc… etc… etc…







il mio geotag