utente: retebioregionale

contatti

profilo


retebioregionale http://www.google.com/search?client=gmail&rls=gm&q=Paolo%20D'Arpini

i miei interessi

Letteratura
arne naess, ramana maharshi, nisargadatta maharaj, swami muktananda

Musica
raga indiani e musica sufi, canto armonico, bajan

Cinema
federico fellini

Arte
caravaggio, arte concettuale, filone futurista, poesia visiva

Altro
alimentazione naturale, ecologia profonda, spiritualità laica


in genere mi piace
Zeep… Nel suo “viaggio intorno al sé” Paolo D’Arpini ha incontrato luoghi, persone, viventi non umani, idee e pratiche. E visto che un itinerario così si fa anche in un metro quadrato – c’è o non c’è il mondo in una sua minuscola porzione? – Paolo adesso prosegue il suo viaggio stando di vedetta dall’alto di una bellissima, tenebrosa rupe, sospesa sul fiume Treja nella Tuscia viterbese. Vive in un antico borgo che fu etrusco e falisco e che decenni fa, dopo un lungo abbandono, fu ripopolato da “cercatori” di ogni genere che gli diedero un’impronta artistico-alternativa. Paolo senza essere stato plasmato da decenni a Calcata sarebbe diverso. Calcata senza essere stata plasmata da decenni di Paolo sarebbe diversa. Scrittore bioregionale, esperto di erbe selvatiche, dinamizzatore di eventi culturali ed ecologisti, esperto di oroscopo cinese, trent’anni or sono fondò sulla rupe il Circolo Vegetariano VV.TT. che da allora è un punto di riferimento “laico-spirituale” per molti. Non chiedetevi che vuol dire quel VV.TT., non lo sa nessuno e forse nemmeno lui. E’ probabilmente un gioco. Come la vita, gioco serissimo al quale bisogna con attento impegno lavorare o viceversa lavoro al quale bisogna con attenta disinvoltura giocare? Sei in ricerca di non sai nemmeno bene che cosa (alla fin fine, il senso della vita)? Va’ a Calcata e chiedi di lui. Passa qualche ora nelle sue grotte chiamate “tempio della spiritualità laica”. Sarà un incontro che è un viaggio, parte di quella scoperta del sé che tocca a tutti noi. Marinella Correggia





il mio geotag