utente: MarioPesceafore

profilo


MarioPesceafore Nato a Napoli il 7/8/1973.

"Cul de sac"

Domenico Mimmo Di Caterino, attraverso il media pittorico, esplora al microscopio il disagio dell'individuo contemporaneo.
Scritte ci aiutano e ci attirano, invitandoci alla lettura didascalica prima di relazionarci all'opera nella sua totalità.
Si finisce risucchiati nel "cul de sac" che porta alle follia lucida gli individui rappresentati.
Le nevrotiche icone convivono con le loro malattie esistenziali con spiazzante tranquillità, nonostante siano psicologicamente sconclusionate verso sé.
Sono esseri socialmente inutili, vittime della imminente ed immane disgrazia del nostro tempo, incapaci di percepire alcun sollievo direzionandosi lentamente verso il viale della perdizione!
Quelle scritte che cosa significano? Traumatici bagliori di ricordi che di tanto in tanto affiorano o riafforano nella mente di questi soggeti in conflitto con lo stato terminale della propria coscienza.
I quadri di Mimmo sono fantasmi della coscienza dei personaggi ritratti (tutti autoritratti).
Mimmo spesso incolla fototessere sui suoi dipinti, forse per immedesimarsi o anche per ironizzare sul dolore esistenziale che raffigura, in realtà ci sbatte in faccia la finta pacatezza visiva figlia di un click e l'abbina all'opera pittorica; così facendo ci guida nella lettura delle sue rappresentazioni, autoritratti frutti di un lucido e razionale delirio.
Gli autoritratti di Mimmo sono trasposizioni pittoriche di angoscie interiori che ossessionano, ricordi tristi e melanconici nei quali specchiandosi ci si rivede in un pozzo senza fondo.
Continua è la ricerca del segno, qualcuno forse lo troverà erroneamente primitivo, in realtà è frutto di un incessante lavoro materico, strati su strati di pittura, materia sedimentata da chi non considera mai finita una opera.
Escrementi su escrementi (disprezza profondamente i tradizionali insegnamenti accademici), defecati ed incrostati su volti che vagano senza meta in un melmoso spazio non spazio.

GENNARO CILENTO (da www.equilibriarte.org/Tommasoaniello).




in genere mi piace
Il suo attuale progetto artistico consiste nell'esporre in mostra permanente e gratuita nel salone di casa di chiunque lo richieda per non intaccare la dignità della sua libertà di ricerca artistica ed autoinflazionarsi.





il mio geotag