utente: Najmangal

profilo


Najmangal Il nome vuole essere un omaggio al grande scrittore Emilio Salgari. Najmangal deriva da Rajmangal, l'isola covo dei Thugs, gli spietati strangolatori seguaci della sanguinaria dea Kalì, ma senza la “erre” perchè essendo di Parma non mi viene bene la pronuncia.
É anche l'isola in cui il cacciatore di serpenti Tremal Naik incontra il suo grande amore Ada.
Dunque direi che potete aspettarvi di tutto: strangolatori, kriss malesi che lasciano ferite che non si rimarginano, serpenti, animali feroci, tigri (le tigri sono a parte rispetto agli altri animali), amori, amici, strane pagode, fiori e naturalmente pirati.
I pirati di Salgari sono persone che devono rifarsi di torti subiti e lottare contro le ingiustizie e gli oppressori.
Salgari, dalla formidabile fantasia, a mio avviso, è un autore non sufficientemente stimato, lo si ritiene di secondaria importanza, per ragazzi. Ecco che anche qui c'è un'incredibile sottovalutazione: i ragazzi sono “solo ragazzi”, poi quando non si sa che pesci pigliare sono “il nostro futuro” e devono escogitare soluzioni che fior di soloni non hanno trovato.
Beh, se hanno letto Salgari forse avranno una mentalità aperta e non si accontenteranno dei “Rajà”, o dei sacerdoti di Kalì di turno.
Salgari è stato uno sfruttato si è suicidato, ma è, in qualche modo, un morto sul lavoro. Leggere per credere il messaggio lasciato agli editori:
"Ai miei editori: A voi che vi siete arricchiti con la mia pelle mantenendo me e la mia famiglia in una continua semi-miseria od anche più, chiedo solo che per compenso dei guadagni che io vi ho dato pensiate ai miei funerali. Vi saluto spezzando la penna.
- Emilio Salgari"
Di pirata in pirata c'è da prendere in considerazione anche Capitan Harlock dell'autore giapponese Leiji Matsumoto, la sua filosofia, che tralascio e il suo motto:”Sotto la mia bandiera io vivo in libertà”.
Questo non giustifica il saccheggio e la violazione di leggi, è piuttosto il rispetto dell'articolo perduto della Costituzione Italiana, quello che permetteva il diritto di ribellarsi alle leggi ingiuste. Come illustrò in una memorabile conferenza il Giudice Antonino Caponnetto, padre del pool Antimafia di Palermo, non essendoci accordo tra i costituenti e dovendo approvare la Costituzione, si decise di sopprassedere e tagliare la discussione. Ma fu un guaio e l'articolo manca.
Vabbè che anche il resto della Costituzione è disatteso.
Questo è il profilo stilizzato, figuratevi il resto!







il mio geotag